rieducazione o riabilitazione differenza starbenegroup

Riabilitazione e rieducazione: qual è la differenza?

Spesso i termini riabilitazione e rieducazione lasciano qualche perplessità di definizione e si lasciano usare indistintamente senza far cogliere le diversità.

Qual è quindi la differenza tra le due?
E come puoi scegliere quella più adatta alla tua situazione?

Questo è quello che scoprirai in questo articolo.

Cosa è la riabilitazione?

In ambito sanitario, il termine riabilitazione riguarda il ritorno di una persona affetta da qualche patologia, colpita da traumi o reduce da interventi chirurgici all’efficienza, alla ripresa della funzionalità.

In poche parole la riabilitazione o, come meglio spiega il significato inglese di “to rehabilitate“, è la restituzione di un certo grado di efficienza e di funzionalità a chi, per varie cause, le ha perse.

👉 Ma a cosa serve fare riabilitazione?

Serve a ripristinare non solo la funzione corretta di un arto o di una serie di articolazioni fino al gesto motorio corretto, ma pure il danno ai tessuti come le lesioni ai legamenti, le fratture, i postumi da intervento chirurgico.

La riabilitazione comprende tutti i trattamenti e i percorsi terapeutici volti a prevenire e risolvere gli esiti disfunzionali o invalidanti.

Anche un mal di schiena ad esempio, necessita di riabilitazione se il fine è quello di curare e migliorare la qualità della vita di una persona in relazione all’ambiente in cui vive.

👉 A chi rivolgersi per fare riabilitazione?

La figura preposta a quest’attività è principalmente il fisioterapista.

Attraverso l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali per la terapia fisica e le varie tecniche manuali per la terapia manuale e l’esercizio terapeutico, il fisioterapista porta il paziente ad una condizione di migliore funzionalità e di abilità più fisiologica possibile nella gestione del movimento.

Nel periodo della riabilitazione il fisioterapista ha il compito di aiutare la persona nel prendere consapevolezza del movimento articolare da recuperare.

riabilitazione fisioterapista starbenegroup

Cosa si intende per rieducazione?

La rieducazione è quell’insieme di attività motorie e di interventi specifici dopo il lavoro fisioterapico.

Ha l’obiettivo di riportare la persona alle normali gestualità quotidiane e/o sportive.

Ri-educare significa infatti riportare, educando di nuovo e meglio, un sistema corporeo alla sua normale funzionalità e motricità.

👉 A chi rivolgersi per fare rieducazione?

La rieducazione, intesa come motoria, è l’area di competenza del laureato in scienze motorie o trainer nella palestra, nelle scuole o negli ambiti sportivi.

Utilizzando l’esercizio e l’attività fisica con o senza attrezzi, per intervenire sul sistema neuromotorio e su quello muscolo-scheletrico il trainer è in grado di riportare la persona al pieno controllo del movimento o atletico sportivo.

👉 Quali sono gli obiettivi della rieducazione?

Ce ne sono molti, vediamoli insieme:

  • recuperare la forza muscolare
  • ristabilire un corretto e adeguato rapporto di forza, lunghezza e tempo di attivazione dei fasci muscolari coinvolti nei vari movimenti
  • recuperare l’equilibrio, la propriocezione
  • ripristinare l’articolarità e le funzionalità specifiche
  • recuperare globalmente la persona fino ad un corretto, generale funzionamento di tutte le strutture anatomiche
rieducazione personal trainer palestra starbenegroup

Perché riabilitazione e rieducazione vengono spesso confuse?

Riabilitazione e rieducazione a volte sono intese come un unico termine riferito al significato del recupero.

Comprendendo l’ambito di cura prettamente fisioterapico e quello rieducativo motorio in palestra, la riabilitazione e la rieducazione sembrano essere un unico processo che aiuta la persona a raggiungere la sua migliore condizione fisica, funzionale, prestativa, ma pure sociale ed emozionale.

In fondo questo processo riabilitativo o rieducativo che si snoda tra fisioterapia e palestra può essere suddiviso in 5 fasi:

✅ Fase 1: cura del dolore e dell’infiammazione.

Fase 2: recupero dell’esecuzione articolare o ripristino di un movimento specifico senza più dolore.

Fase 3: recupero della forza e della resistenza muscolari con carichi progressivi dosati (a partire dalle mani in opposizione del fisioterapista fino ai manubri e ai bilancieri con il personal trainer).

Fase 4: ripristino della coordinazione e della propriocezione normalmente alterate dopo ogni tipo di problema ai tessuti osteoarticolari.

Fase 5: recupero del gesto motorio quotidiano o specifico-sportivo lavorando sulle capacità condizionali e sulle abilità specifiche nell’atleta o sulle basi neuro motorie della persona non sportiva.

Le prime fasi sembrano più di pertinenza del fisioterapista mentre le ultime del laureato in scienze motorie, ma tutte e cinque hanno un comune denominatore: il movimento.

riabilitazione rieducazione starbenegroup ronchi

Per concludere

Nella riabilitazione così come nella rieducazione il movimento, l’esercizio sono il campo d’azione preminente, gli elementi che caratterizzano sia l’ambito tra la figura del fisioterapista e quella del laureato in scienze motorie.

C’è un rispetto reciproco di competenze e di azioni tra queste due figure.

Così, il fisioterapista si occupa della riabilitazione e non di attività motoria o di programmi di allenamento.

Mentre il laureato in scienze motorie aiuta le persone al ricondizionamento all’attività motoria e sportiva dopo la riabilitazione rimanendo nel campo della rieducazione.

👉 Hai bisogno di iniziare un percorso di riabilitazione o rieducazione?
👉 Non sai bene a chi rivolgerti per il tuo problema o hai dei dubbi sul tipo di terapia da intraprendere?

Prenota ora la tua consulenza orientativa GRATUITA, raccontaci il tuo problema e troviamo insieme il percorso migliore per risolverlo 🙂

Ci trovi a Ronchi dei Legionari (GO).
▶ Chiamaci allo 0481 776325 – 777311 o scrivici a info@starbenegroup.com

P.S. Se desideri scoprire come eliminare i dolori articolari e muscolari oppure quali sono gli alimenti che infiammano le articolazioni ti consigliamo di leggere questo blog, seguire la nostra pagina Facebook e – nel caso fossi interessato – iscriverti alla nostra newsletter ✉

P.P.S. L’articolo non fornisce né intende fornire o suggerire terapie e/o diagnosi mediche, in nessun caso. Il medico curante o lo specialista è la figura di riferimento per individuare la patologia e consigliare il trattamento. Le informazioni contenute in questo articolo non sostituiscono il parere medico).

I contenuti presenti sul blog di “starbenegroup.com” sono di proprietà di Starbene Group srl. È vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. È vietata la pubblicazione e la ridistribuzione dei contenuti non autorizzati espressamente dall’autore.

Leggi anche questi

fare attività fisica con la musica starbenegroup

Ecco perché fare attività fisica con la musica aumenta le tue prestazioni

Perché fare attività fisica con la musica? Non solo un passatempo, ma un booster naturale …

Leggilo
attività fisica perché dormire importante

Attività fisica: perché è importante dormire?

Si sa, l’attività fisica è in grado di conciliare il sonno. E il sonno è …

Leggilo
fare attività fisica caldo starbenegroup

Ecco 4 vantaggi di fare attività fisica quando fa caldo

Il caldo è il segno distintivo delle lunghe giornate estive, ma non per questo deve …

Leggilo

Lascia un commento

Torna su

Questo sito utilizza cookie di terze parti per finalità di profilazione pubblicitaria e statistica. Per saperne di più vai alla pagina Cookie Policy. Facendo clic sul pulsante “ok, acconsentoacconsenti all’uso dei cookie.