LA FATICA FISICA

2015 5 novembre

LA FATICA FISICA

CHE COS'E' VERAMENTE?

La fatica fisica è una limitazione della prestazione. La sede principale dove insorge la fatica è il muscolo.


Il soggetto non ce la fa a sostenere un determinato sforzo perchè è diventato molto più pesante e difficile da affrontare.


La fatica fisica ha due elementi che la caratterizzano:


- il calo della prestazione come dato oggettivo;


- l'aumento della percezione dello sforzo come dato soggettivo.


Ciò significa che al soggetto risulta impossibile sostenere l'intensità, la durata, il ritmo di quello sforzo e del lavoro fisico in generale oltre che sentire aumentata la percezione del disagio.


Quando l'intensità del lavoro è elevata, pari alle proprie capacità massime (intensità massimale) e lo sforzo si protrae nel tempo, gli aggiustamenti cardiorespiratori, neuroendocrini e metabolici, messi in atto dall'organismo in movimento, risultano via via meno efficienti e il soggetto mostra i segni della fatica.


Le cause della fatica risiedono nell'esaurimento delle riserve energetiche come l'ATP e delle scorte di GLICOGENO, ma pure nella perdita d'ACQUA e di ELETTROLITI come il sodio, il potassio e il magnesio.


Ecco allora che l'assunzione di acqua, di carboidrati e fruttosio durante e dopo lo sforzo aiuta l'organismo a ricostruire le scorte. I cibi ricchi di amido come le patate, il pane e la pasta, ingeriti anche giorni prima dello sforzo, aumentano il contenuto iniziale di glicogeno nei muscoli.


Non va trascurato il fatto che motivazione psicologica, capacità di autocontrollo emotivo e di sopportazione del disagio fisico, rivestono un ruolo non trascurabile nella percezione dello sforzo e della dinamica muscolare che è alla base del movimento.


 



 fatica fisica, sforzo fisico, resistenza, alimentazione prima allenamento